planservice ARKNET


Vai ai contenuti

Permessi Edili

DIA. La Denuncia di Inizio Attività (D.I.A.) è un atto amministrativo che rappresenta uno degli strumenti urbanistici più rilevanti, serve alla "Pubblica Amministrazione" per compiere il ruolo di vigilanza sull'attività edilizia che si svolge sul proprio territorio. La DIA è richiesta in larga parte per opere di manutenzione straordinaria, restauro conservativo e ristrutturazione edilizia. Con tale strumento si possono realizzare anche opere di nuova costruzione, nel caso in cui sia stato approvato un Piano particolareggiato per la lottizzazione di un'area. Quest'ultima DIA, con poteri ampliati, è conosciuta come Super DIA. La DIA può essere utilizzata anche per le varianti al "Permesso di Costruire" che non comportino variazione di sagoma, di superficie o di volume dell'edificio. ( per maggiori informazioni sulla DIA).
Permesso di costruire. E' un provvedimento amministrativo emesso dall'autorità comunale, che autorizza l'attività di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio, in conformità agli strumenti di pianificazione urbanistica. Il "Permesso di Costruire" è richiesto dai soggetti che effettuano interventi non sottoposti a procedure semplificate (es. D.I.A) ed è vincolato al pagamento di oneri concessori. In linea generale gli interventi la cui realizzazione è subordinata al preventivo rilascio del "Permesso di Costruire" sono le nuove costruzioni e gli interventi di ristrutturazione edilizia od urbanistica di un certo rilievo. Qualora l'intervento interessi beni soggetti a particolari tutele (ambientali, architettoniche, artistiche, ecc.) il rilascio del "Permesso di Costruire" è vincolato al preventivo nulla osta da parte dell'ente deputato alla tutela del vincolo ( per maggiori informazioni sul "Permesso di Costruzione").


Home Page | Chi sono | Cosa è Arknet | Perchè Arknet | Permessi Edili | Progettazione Architettonica | Progettazione del "Verde" | Progettazione con l'acqua | Negozio "on line" | Contatti | Collaborazioni | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu